La Piramide alimentare è uno strumento utilizzato dai nutrizionisti per informare le persone circa le buone abitudini alimentari. Per interpretarla, si parte dal presupposto che, per il mantenimento di un buono stato di salute, gli alimenti situati al vertice della piramide sono quelli da utilizzare con minor frequenza mentre quelli alla base sono quelli che andrebbero consumati con più frequenza.

Da una sua prima edizione targata 1992 la piramide ha conosciuto nel corso degli anni diversi ammodernamenti sulla scia delle nuove scoperte nel campo della nutrizione umana per la prevenzione di malattie cardiovascolari, tumori, dislipidemia, diabete, osteoporosi ecc. ecc. ed è cosi che, nelle sue versioni più moderne, prima ancora di considerare l'alimentazione in senso stretto sono riportati consigli di varia natura che riguardano lo stile di vita.


...Analizziamola insieme...

 

Alla base troviamo 4 pilastri: attività fisica, convivialità, stagionalità e prodotti locali. Ancora non si parla di scelte alimentari ma si danno indicazioni comportamentali.

ATTIVITA’ FISICA. Mantenersi attivi è fondamentale per una buona salute psico-fisica.

CONVIVIALITA’. La tavola è sempre stata momento di aggregazione, di scambio di opinioni, di conoscenza; un momento importantissimo nella vita delle famiglie. Una abitudine che purtroppo oggi si sta perdendo per via della vita frenetica che tutti facciamo. Fermiamoci un secondo a pensare che non è importante solamente cosa si mangia ma anche come si mangia per avere un giusto rapporto con il cibo.

STAGIONALITA’. Impariamo a preferire i prodotti di stagione in quanto soddisfano al meglio le esigenze del nostro organismo nei diversi periodi dell’anno. Basti pensare a cosa ci offre la natura in inverno e cosa invece in estate. Gli agrumi ricchi di vitamina C, sostanza antiossidante nota per la sua attività immunostimolante cioè di aiuto al sistema immunitario, nella stagione fredda quando ne abbiamo più bisogno e cocomero, melone e tanta altra frutta e verdura ricca di acqua e sali minerali in quella calda quando abbiamo più bisogno di idratarci.

PRODOTTI LOCALI. E' una buona abitudine leggere la provenienza dei prodotti e preferire quelli delle nostre regioni. Quando è possibile la vendita diretta dal produttore. Mangiare prodotti provenienti dall'altra parte del mondo significa contribuire all'inquinamento, mangiare alimenti molto spesso privi di valori nutritivi e solitamente alimenti fuori stagione (della stagionalità ne abbiamo appena parlato).


Entriamo nel vivo della piramide, siamo ai suoi piedi. Ancora una volta prima di parlare di cibo parliamo di altro. In questo caso parliamo di acqua, il nutriente dimenticato!

BERE ACQUA. Ricordiamoci che la quantità di acqua da assumere nella giornata per rimanere idratati è di 30 ml per kg di peso. Ad esempio un uomo di 70 kg dovrebbe bere, approssimativamente, 30 x 70 = 2,1 litri. Sono numeri generici che anno personalizzati sulla base di tanti fattori: patologie, stile di vita, ambiente, stagione, sport...


Ora finalmente si parla di cibo. E' tutto molto intuitivo per cui è inutile ripeter quanto iene espresso in modo molto più diretto e rapido dall'immagine. Basta leggerla! Voglio solo far notare una cosa, questo sì. I cereali, preferibilmente integrali, sono posti alla base della piramide. Questo significa che dovrebbero essere alla base della nostra alimentazione e invece spesso sono evitati come la peste perchè "fanno ingrassare". 

Powered by Froala Editor

Inserisci Commento: